dettaglio libro selezionato

La cura provvisoria dei tratti fragili

Tiziana Calabrò, Eleonora Scrivo

La cura provvisoria dei tratti fragili

Racconti

anno 2020, 168 pagine, ISBN 978-88-8238-179-0
collana: LA VITA NARRATA

Il libro è una magnifica elegia alla fragilità, alla tenera voce che ci tiene uniti: «i dolori vogliono la voce giusta, la voce da cui risalgono». I personaggi delle storie narrate sono diversissimi, ognuno detta il proprio smarrimento, eppure quanta energia in questa fragilità [...]: la cura ai tratti fragili è amare il vuoto, accarezzare ciò che è provvisorio, perché la ferita è ciò che ci avvicina al cuore selvaggio della vita, come disse magnificamente James Joyce.

Dalla Prefazione di Cinzia Messina

aggiungi al carrello

15,00


gli autori

Tiziana Calabrò

Tiziana Bianca Calabrò nasce nel 1970, nel sud suddissimo. Da sempre abita nella stessa città, nella stessa via, nello stesso palazzo e persino sullo stesso pianerottolo. Tuttavia ha molto viaggiato dentro la sua testa e forse da qualche vagabondaggio onirico, non è del tutto tornata. Di viaggi, quelli veri, poi ne ha fatti, ma non crede abbiano influenzato la sua formazione, però, si è molto divertita. Da otto anni scrive sul suo blog che ha chiamato “La medaglia del rovescio”. Pensa che da allora molto si è aggiunto nella sua vita immaginaria e anche in quella reale, tra esperimenti di scrittura e incontri, tra cui quello con Eleonora Scrivo, senza la quale, questo libro, non ci sarebbe stato.

Eleonora Scrivo

Eleonora Scrivo nasce, a sua insaputa, nel 1972. Cresce alimentando uno stupore congenito e nutrito da letture precoci, interrogandosi sulla singolarità del mondo che sta fuori dai libri e sforzandosi di decifrarlo. Scopre, quindi, il calcio, l’impegno politico, la disciplina dell’attesa oltre l’ultima pagina. Intanto scrive, prevalentemente poesie, alcune le perde, altre resistono e diventano, nel 2018, un libro: “(R)umori sinistri: taccuino liquido di trambusti mancini dell’anima” che le vale la menzione al premio internazionale Mario Luzi. “La cura provvisoria dei tratti fragili” è l’esordio con la narrativa, ma lei fa finta di non saperlo e resta concentrata sulla cottura del sugo alla genovese, convinta, ormai, che lì risieda il segreto della felicità.

altre proposte

Caci il brigante

Caci il brigante

Michele Papalia

12,00

aggiungi al carrello

La casa dell'assenza

La casa dell'assenza

Ida Nucera

12,00

aggiungi al carrello

Noi Meridionali Siamo Lamentosi

Noi Meridionali Siamo Lamentosi

Marcello Gombos

12,00

aggiungi al carrello

La magia degli oggetti

La magia degli oggetti

Vittoria Butera

12,00

aggiungi al carrello

L'età imperfetta

L'età imperfetta

Daniela Orlando

10,00

aggiungi al carrello

Buffy non deve morire

Buffy non deve morire

Giordano Giannini

24,00

aggiungi al carrello

Sono i sogni le cose che mi fanno volare

Sono i sogni le cose che mi fanno volare

Maria Delfino

10,00

aggiungi al carrello

Il terremoto di Messina

Il terremoto di Messina

Francesco Mercadante (a cura di)

30,00

aggiungi al carrello

Archeologia in Aspromonte

Archeologia in Aspromonte

Erminia Nucera

15,00

aggiungi al carrello

Di figlia in padre

Di figlia in padre

Francesca Iaconis

10,00

aggiungi al carrello

Gli issioni

Gli issioni

Domenico Logiudice

10,00

aggiungi al carrello

La ienti de Sìòn

La ienti de Sìòn

Domenica Minniti Gonias

10,00

aggiungi al carrello