Menu

Cinque anarchici del Sud

ISBN 88-7351-000-0 / Pagine 126 / Anno 2001

“Ci sono voluti trent’anni perché uno spiraglio di luce rompesse la cappa dell’indifferenza e della cancellazione della memoria”. Il libro di Fabio Cuzzola riporta alla luce una storia negata del 1970. Durante la rivolta di Reggio Calabria, un gruppo di giovani anarchici perde la vita in un misterioso incidente proprio mentre si recavano a Roma con uno scottante dossier sulla strage del treno di Gioia Tauro. La rivolta di Reggio, l’attentato al treno, la morte di questi giovani s’inseriscono tra gli episodi oscuri che sconvolsero l’Italia degli anni '70.
€ 10,00
Fabio Cuzzola, 32 anni è nato a Reggio Calabria, dove è docente di italiano e storia al liceo. Obiettore di coscienza, si è formato nello scautismo dell\'Agesci della quale è stato educatore, formatore e consigliere generale. E\'docente di \"Storia della calabria\" presso l\'istituto Diocesano di Formazione Politica. Suoi scritti sono apparsi in: \"La colomba e la piovra\" AA.VV. ed Ave e in \"Solidarietà e Cultura di Pace\" ed Fondazione Zancan. Ha collaborato con vari giornali e riviste quali: l\'Avvenire di Calabria, Narcomafie, Italia Caritas e Laltrareggio.

Libri di Fabio Cuzzola