dettaglio libro selezionato

Scioglimento dei comuni per mafia

Caterina Provenzano

Scioglimento dei comuni per mafia

Quando lo Stato sequestra democrazia e libertà

anno 2016, 136 pagine, ISBN 978-88-7351-965-2
collana: FUORI COLLANA

Un’esperienza paradossale e incongruente, quella che ha vissuto Gioia Tauro al tempo del suo sequestro statale. Una sconfitta sul piano sociale, civile e umano. Sarebbe stato meglio se il sindaco di Gioia Tauro fosse stato dichiarato “colpevole”, con tanto di prove e controprove. Si sarebbe formata una coscienza critica e non solidale della cittadinanza nei suoi confronti. Lo Stato avrebbe visto giusto e la democrazia sarebbe ritornata sui suoi passi, sarebbe cresciuta, non si sarebbe trovata smarrita di fronte a un tale evento, con anni di stallo e di immobilismo. Sarebbe stato meglio se fosse stato condannato. Sì, sarebbe stato meglio. Lo Stato avrebbe giustificato il sequestro estorsivo ai danni di una città; mentre ci si è ritrovati con un rilascio del sequestrato – o, se vogliamo, della sequestrata democrazia –, totalmente vinto dalla miseria carceraria che lo ha condannato ancor prima di giudicarlo. Il Sindaco Dal Torrione è stato sequestrato, così anche Gioia Tauro, che da paese in cerca di una sorta di riscatto sociale è divenuto un paese fantasma. Sono stati gli anni in cui pareva che la cittadina non avesse più ragione di esistere, tanto era abbandonata a se stessa. La commissione straordinaria ha fatto quello che ha potuto, ma senza un programma e senza budget economico è difficile che le sorti di un paese vengano risollevate.

aggiungi al carrello

10,00


l'autore

Caterina Provenzano

Caterina Provenzano è giornalista e collabora per le pagine di quotidiani e riviste sia regionali che nazionali. Per molti anni è stata corrispondente dalla Piana di Gioia Tauro per il Quotidiano della Calabria per la cronaca e la politica. È direttore responsabile del periodico «Agire Sociale News» e dirige il Centro di Cultura per l’Educazione Permanente UNLA di Paola (CS). Ha pubblicato, tra l’altro, “Giovanni Vidari. Dal Criticismo neokantiano al progetto di civiltà” (Rubbettino, 2008); “Il sarto delle foglie” (Rubbettino, 2009); “L’opera letteraria di Attilio Romano fra simboli elegiaci e impegno civile” (Editoriale Progetto Duemila, 2010). È docente di Lettere ed è stata presidente dell’ADIC, l’Associazione delle Donne Insegnanti Calabresi.

altre proposte

Indagine su un burattinaio

Indagine su un burattinaio

Roberto Oliveri del Castillo

18,00

aggiungi al carrello

On air

12,00

aggiungi al carrello

Lezioni di tango

Lezioni di tango

Anna Mallamo

12,00

aggiungi al carrello

Iside

14,00

aggiungi al carrello

Due atti unici

Due atti unici

Ermanno Bencinvenga

10,00

aggiungi al carrello

Chiudi e vai!

Chiudi e vai!

Antonio Calabrò

15,00

aggiungi al carrello

I versi chi scrivia cu ttantu amuri

I versi chi scrivia cu ttantu amuri

Giuseppe Morabito

16,00

aggiungi al carrello

Quale Cristianesimo

Quale Cristianesimo

Ernesto Papandrea

12,00

aggiungi al carrello

Nosside 2011

15,00

aggiungi al carrello

Berlino 1940

Berlino 1940

Nadia Crucitti

14,00

aggiungi al carrello

Il mafioso

Il mafioso

Vincenzo Giglio

14,00

aggiungi al carrello

Dove conduce la notte

Dove conduce la notte

Carlo Ernesto Menga

12,00

aggiungi al carrello