Menu

Festa di rovine

ISBN 978-88-7351-498-5 / Pagine 152 / Anno 2012

Un libro di racconti che mette in rilievo soprattutto la sofferenza dei
bambini, quelli palestinesi nel corso della Seconda Intifada e della feroce
repressione israeliana nei primi anni 2000, e quelli iracheni nella
Baghdad dell'occupazione americana del 2001. Bambini e giovanissimi
travolti dal terrorismo e dalla guerra, vite spezzate e famiglie distrutte.
"Inizia con un elenco di nomi questa raccolta di racconti brevi di Miriam Marino - scrive nella Prefazione Patrizia Cecconi, presidente della Mezzaluna Rossa Palestinese - Un elenco lungo e tuttavia incompleto, anzi molto lontano dal numero reale. E' l'elenco dei bambini uccisi "per caso" in due anni. Per caso, non in guerra, non in conflitti a fuoco. Uccisi da assassini impuniti di uno stato impunito che non rispetta nulla, assolutamente nulla e nessuno che si frapponga, anche solo "esistendo", al suo progetto espansionista".
€ 12,00
Miriam Marino, scrittrice, artista e attivista per i diritti umani, è impegnata in tre associazioni: “Ebrei contro l’occupazione”, “Amici della Mezza Luna Rossa Palestinese” e “Stelle Cadenti- Artisti per la Pace”. Ha pubblicato libri di narrativa, poesia e saggistica, tra cui “Non sparate sul pianista” (1978), romanzo politico sul movimento del ‘77; il piccolo saggio “Il misticismo nell’arte contemporanea” (1987); le raccolte di poesie sulle donne della Bibbia “Madri di Israele e Ruth” (1999); “Ingiustizia infinita” (2003), racconti sul conflitto israelo- palestinese e Handala (2008), raccolta di articoli e relazioni pubbliche degli ultimi anni. Per Città del Sole Edizioni ha pubblicato nel 2009 la raccolta di racconti “Gabbie”, nel 2012 “Festa di rovine” e nel 2014 “Macerie”. Collabora con riviste d’arte e letteratura e ha partecipato ad alcune mostre di arte contemporanea, in Ungheria e in Italia.

Libri di Miriam Marino