Menu

Sette donne per fare un uomo intero

ISBN 978-88-7351-427-5 / Pagine 208 / Anno 2011

"Dante Maffìa, ormai è opinione radicata e diffusa tra gli storici e i critici della letteratura, è il più grande poeta italiano vivente, affermazione sostenuta, tra gli altri, da Bellezza, Sciascia, Marcone, Manacorda, Magris. Lo dimostrano anche le tante traduzioni all’estero dei suoi libri e le tesi di laurea sulla sua produzione assegnate da Università prestigiose come la Sapienza di Roma, Tor Vergata, sempre di Roma, Napoli, Salerno, Cosenza, Siena, Pavia, Ginevra, oltre che i premi ricevuti, tra cui il “Corrado Alvaro”, il “Giacomo Matteotti” e lo “Stresa”. Pochi però sanno che Maffìa è un maestro assoluto del racconto. Invenzione, ironia, drammaticità, si fondono nella sua scrittura creando continui corti circuiti che aprono al lettore scenari impensabili, situazioni umane incredibili ma vere, tanto da trasmettere una tensione che non si spegne nemmeno a fine lettura e perdura per lungo tempo con risonanze e lieviti che soltanto i narratori di razza sanno far fiorire. Quarantadue brevi racconti che hanno per protagoniste donne di varia estrazione sociale nelle situazioni più disparate, più inverosimili, perfino surreali, e che vivono in varie parti del mondo. Aspetti insoliti, momenti tragici e caotici, depressioni, malattie, violenze sono raccontati con freschezza evidenziando sottilmente la psiche della donna analizzata da angolazioni davvero inedite. Maffia oscilla tra paradossi alla Gogol e fotogrammi alla Salinger creando un affresco che nell'impatto genera un atteggiamento quasi d’irritazione e, insieme, di complicità. Mirabile il suo saper stare fuori dalle fazioni del maschilismo o del femminismo. Ha scritto qualcuno che a volte gli scrittori hanno saputo indagare meglio delle scrittrici il mondo femminile. Questo è uno dei casi emblematici, ma non ci si aspetti di trovare storielle consolatrici: qui la realtà è descritta nella sua dimensione inascoltata e spesso imprendibile, nel suo fulgore desolante e nella apoteosi d’un disegno che la vita organizza in uno svolgersi irrequieto di eventi quotidianamente straordinari. Un solo esempio, La moglie del condannato, un vero capolavoro". Carmine Chiodo
€ 14,00
Dante Maffìa fu segnalato da Aldo Palazzeschi e da Leonardo Sciascia che, con Dario Bellezza, lo ritengono “uno dei più felici poeti dell’Italia moderna”. Giudizio condiviso anche da Magris, Bodei, Ferroni, Pontiggia, Brodskji, Vargas Llosa, Dario Fo, Borges. È tradotto in 18 lingue. Ha vinto i Premi: “Montale”, “Gatto”, “Stresa”, “Viareggio”, “Alvaro”, “Matteotti”, “Camaiore”, “Tarquinia Cardarelli”, “Circe Sabaudia”, “Rhegium Julii”, “Alda Merini”, “Eminescu”. Il Presidente della Repubblica Ciampi nel 2004 lo ha insignito di medaglia d’oro per meriti culturali. Il Consiglio Regionale della Calabria, le Fondazioni Spinelli, Guarasci, Farina, Di Liegro e Crocetta, e l’Università di Craiova, lo hanno candidato al Premio Nobel. Recente il volume degli Atti del Convegno tenutosi sulla sua opera, “Ti presento Maffia”, a cura di Rocco Paternostro edito da Aracne di Roma. Ha ricevuto la Laurea Honoris Causa dalla Pontificia Università. Dante Maffìa was indicated by Aldo Palazzeschi and Leonardo Sciascia who, with Dario Bellezza, considered him “one of the happiest poets of modern Italy”. This opinion is also shared by Magris, Bodei, Ferroni, Pontiggia, Brodskji, Vargas Llosa, Dario Fo, Borges. It is translated into 18 languages. He won the Awards: “Montale”, “Gatto”, “Stresa”, “Viareggio”, “Alvaro”, “Matteotti”, “Camaiore”, “Tarquinia Cardarelli”, “Circe Sabaudia”, “Rhegium Julii”, “Alda Merini “, “Eminescu”. In 2004, Ciampi then President of the Italian Republic awarded him with a gold medal for cultural merits. The Regional Council of Calabria, the Spinelli, Guarasci, Farina, Di Liegro and Crocetta Foundations, and the University of Craiova, nominated him for the Nobel Prize. The volume of the Conference Proceedings held on his work, Ti presento Maffia, edited by Rocco Paternostro published by Aracne of Rome, is recent. He received the Honoris Causa degree from the Pontifical University.

Libri di Dante Maffia