Menu

Il Colore del Silenzio

ISBN 978-88-8238-205-6 / Pagine 224 / Anno 2020

Del protagonista del romanzo, scopriremo il nome solo alla fine. E c’è un motivo. Nel frattempo, con un espediente narrativo geniale si svolge una trama sorprendente che prende la sua via maestra all’irrompere della sensuale Chloée, una donna straordinaria (rende bene l’idea il protagonista accostandola alla Fanny Ardant di Truffaut), conosciuta tra i colori, i sapori e i suoni di Arles, la cittadina del Sud della Francia che fu dimora di Vincent van Gogh, l’unico artista al mondo in grado di dipingere il silenzio. La sua presenza lo pone inevitabilmente in uno stato di sudditanza intellettuale, sia per la sua competenza in materia di arte (è proprio van Gogh il loro galeotto), musica (è una pianista di enorme talento), cocktail (Bloody Mary in primis) o crostacei (i percebes, preistorici eroi), sia per la sua profonda concezione filosofica del primato della memoria sulla vita dell’uomo.
Con avvincenti colpi di scena che avvolgono e sorprendono il lettore, il romanzo si dispiega tra il percorso di apprendimento musicale che il nostro protagonista intraprende grazie alle rivoluzionarie teorie di Chloée e le geometrie del biliardo intese come astrazione esistenziale di un uomo incapace di ascoltare i suoni. Fino al liberatorio lieto fine.
€ 15,00
Francesco Villari (Reggio Calabria, 25 aprile 1973). Scrittore, sceneggiatore, giornalista, critico musicale, autore di canzoni, esperto di comunicazione, ha all’attivo numerose rappresentazioni teatrali e cinematografiche, diversi saggi, centinaia di articoli, interviste ed editoriali. Membro del comitato scientifico del Centro Internazionale Scrittori della Calabria, Premio “Anassilaos” 2004 per la critica musicale, ambasciatore onorario FAO in Guinea Bissau, membro del comitato d’onore di RomaEuropa Festival e della giuria del Reggio Calabria Film Fest, per Città del Sole Edizioni, nel 2010, ha pubblicato il romanzo “L’ottavina di Dio”, scritto a quattro mani con Marco Di Grazia. Nel 2013 ha messo in scena “Darwin – L’Evoluzione” su musiche di Vittorio Nocenzi e Francesco Di Giacomo, con protagonista Alessandro Haber, per la regia del Premio Oscar Gianni Quaranta, con il quale ha collaborato anche nella sceneggiatura di “Un amore all’inferno” (film biografico su Gustav Mahler) e in alcune serie televisive. Nel 2015, per Edizioni Conoscenza, pubblica il saggio “Cartoline Rock”, best seller IBS, che diventerà anche una trasmissione radio-televisiva da lui condotta e una pagina social tuttora molto seguita. Nel 2016 torna alla narrativa e alla collaborazione con Marco Di Grazia e pubblica per Alter Ego Edizioni il romanzo storico “Democracia Futebòl Clube”. È autore del libretto d’opera a corredo della ristampa in DVD de “Il Fantasma dell’Opera” di Rupert Julian edito da L’Espresso, per Sony Music è autore delle note di copertina dei dischi del Banco del Mutuo Soccorso, del quale è biografo ufficiale, ha lavorato con Toni Servillo, Giuliana De Sio, Giuseppe Cederna, Rocco Papaleo, Moni Ovadia, Franca Valeri e molti altri. Con Enzo Balestrieri (candidato all’Oscar per il docu-film “Clownin’ Kabul)” ha scritto il romanzo “La Serenata del Gattosauro” e la pièce teatrale “Lo Spettro Visibile”. Un suo racconto su Otis Redding appare nell’antologia “Lo dice il mare”, pubblicata nel 2017 da Il Foglio, mentre nel 2018 esce la raccolta “”On the Radio per Morellini Editore, in cui è contenuta la sua novella “Quasi Gol”. Con “Il Colore del Silenzio” ritorna all’ovile del suo primo e mai dimenticato editore, Città del Sole, per la più introspettiva e maieutica delle sue narrazioni.

Libri di Francesco Villari