Menu

Dolce incanto

ISBN 978-88-8238-150-9 / Pagine 192 / Anno 2019

È una raccolta di idee, storie, poesie, favole e schizzi autobiografici e costituisce una riflessione che il maestro compie sul suo ricchissimo mondo dell’arte. Un cantastorie diverso da ogni altro ancorato alla sua missione: comunicare la verità, la bellezza dell’universo e il grande dono della vita. Nelle pagine di questo libro, racconto momenti vissuti, storie, favole, riflessioni che hanno affollato la mia mente. E tutto questo si è reso possibile grazie a un sogno reale.
€ 12,00
Vincenzo Trifirò nasce a Messina nel 1958, ha vissuto dal 1976, per quasi 5 anni, a Milano dove ha conosciuto artisti e poeti importanti durante il suo periodo di Brera. La scrittura, la pittura e il teatro sono le sue passioni. Vive per l’arte. Ha partecipato a personali collettive e a concorsi letterari nazionali ed internazionali e ha ottenuto diversi premi. Nel 1984 conosce Rosa Quasimodo sorella di Salvatore e moglie di Elio Vittorini. L’amicizia con Rosa, prima in Svizzera e poi a Messina, riveste un ruolo molto importante per Trifirò, il quale riceve, come ringraziamento “per il caro e affettuoso aiuto e vicinanza in un momento triste della mia vita”, scrive Rosa, la penna con la quale Elio Vittorini scrisse i suoi romanzi; “Tu saprai tenerla meglio di qualsiasi altra persona”. Frase indimenticabile per Trifirò. Quella penna si trova sul suo scrittoio e scrive ancora. Filosofo, poeta e pittore, il suo linguaggio poetico è un discorso di stile e di messaggio che scaturisce da un travaglio interiore molto sensibile alle sensazioni dell’animo. Un terreno d’immaginazione dove egli trae alimento per esprimere con raffinatezza stilistica il plauso poetico che rivolge alla natura e all’amore.

Libri di Vincenzo Trifirò