Menu

Col pretesto dei gatti

ISBN 978-887351-739-9 / Pagine 136 / Anno 2014

La scena iniziale è quasi cinematografica: una stanza da bagno, una vasca che si riempie, un gatto che si aggira in cerca di qualche emozione e un uomo - il protagonista – che ha tutte le intenzioni di immergersi in quell’acqua e godersi un po’ di relax. Oggetti e immagini, fatti che si materializzano dettagliatamente sotto gli occhi del lettore per poi trasformarsi in ricordi, impressioni, intime emozioni, avvolgendo il filo di una vita fin dalla fanciullezza, in un’anomala autobiografia.
€ 12,00
Carlo Ernesto Menga è nato il 29 Ottobre 1955 a Reggio Calabria, dove vive e lavora. È autore di una traduzione del Saggio per una nuova teoria della visione di George Berkeley (Napoli, 1982), di una raccolta di racconti: Consenso presunto (Reggio Calabria, 1995), di due saggi contenuti in due volumi dei “Quaderni di Methodologia”: AA.VV., “Categorie, tempo e linguaggio” (Roma, 1998) e AA.VV., “Studi in memoria di Silvio Ceccato” (Roma, 1999), del volume di poesie “Dove conduce la notte” (Reggio Calabria, 2012) e dei romanzi “Uno squillo di tromba” (Reggio Calabria, 2003), “Col pretesto dei gatt” (Reggio Calabria, 2014), “Discanto per voce sola” (Reggio Calabria, 2016), “Biancaneve al di qua della fiaba” (Reggio Calabria, 2020). Ha collaborato alle riviste “Methodologia” (organo della Soc. di Cultura Metodologico-Operativa) e “Malvagia. Quadrimestrale della cultura sommersa”; dal 1996 al 2003 ha tenuto la rubrica mensile “Segnali di fumo”, di critica della pubblicità, su “A” Rivista Anarchica.

Libri di Carlo Ernesto Menga