Menu

Alchimie digitali

ISBN 978-88-7351-571-5 / Pagine 224 / Anno 2012

La “videoarte”, quale contemporaneo mezzo espressivo e strumento di sperimentazione creativa di nuovi linguaggi, viene indagata in una prospettiva ad ampio raggio. Dalla videoart single-channel, la net art, il live media, la street art, al video musicale e al videogioco, alla produzione audiovisiva di noti autori teatrali, i contributi offerti indagano la sua dimensione meta-mediale e le possibilità offerte dall’immagine digitale. Questo volume diventa anche, nella seconda parte, catalogo riassuntivo delle prime cinque edizioni del festival internazionale di videoarte The Scientist che si svolge ogni anno a Ferrara ed è organizzato dall’associazione “Ferrara Video&Arte” e, come scrive nella prefazione Ada Patrizia Fiorillo, “ne rispecchia in pieno lo spirito, evidenziando attraverso la miscellanea di contributi che vi sono accolti, l’idea progettuale alla base del festival, e anche la sua identità”.
€ 16,00
Marco Teti è dottore di ricerca in \"Modelli, linguaggi e tradizioni nella cultura occidentale\" (indirizzo: arti performative – cinema). Nell’ambito di un Master insegna “Progettazione e produzione multimediale” presso l’Università di Ferrara. Ha pubblicato \"Lo specchio dell’anime. L’animazione giapponese di serie e il suo spettatore\" (Clueb, Bologna 2009) e \"Generazione Goldrake. L’animazione giapponese e le culture giovanili degli anni Ottanta\" (Mimesis, Milano-Udine 2011). È tra gli organizzatori del festival internazionale di videoarte \"The Scientist\" e delle associazioni culturali ‘Ludica’ e ‘Ferrara video & arte’. È redattore di \"Gorgòn – Rivista di cultura polimorfa\" e collaboratore di \"Annali di Lettere – Rivista on line\" dell’Università di Ferrara e \"G.A.M.E.\" Suoi articoli e saggi sono apparsi anche su \"Noema - Tecnologie & società\", \"Ocula - Occhio semiotico sui media\" e \"este-edition.com\".

Libri di Marco Teti
Vitaliano Teti è docente di “Realizzazione audiovisiva” all’Università degli studi di Ferrara, dove ha insegnato anche “Teoria e tecnica del linguaggio audiovisivo”. Da cinque anni è il direttore artistico del Festival Internazionale di videoarte \"The Scientist\", all’interno del quale cura le sezioni “Internazionale” (con Filippo Landini), “Videodanza” (con Marilena Riccio) e “Universitaria” (con la Prof.ssa Ada Patrizia Fiorillo). Come curatore ha selezionato opere di videoarte che sono state proiettate al festival LOOP di Barcellona, al Wall Paper Dance di Trieste, a La Nave Spacial di Siviglia e presso Visual Container di Milano, Teatro Comunale, High Foundation e Zuni Contemporary Art di Ferrara. Esperto di teorie, linguaggio e tecniche video-cinematografiche ha organizzato rassegne, workshop e proiezioni dedicate al cinema indipendente e al documentario creativo. È anche regista e produttore di documentari di creazione e di opere video sperimentali e artistiche. Tra le sue pubblicazioni, \"Il montaggio non lineare\" (Open Media Communication, Ferrara 2005).

Libri di Vitaliano Teti